Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

IL femminicidio in Italia, 2012-2017

Un'analisi quantitativa dei dati forniti dalla stampa
SPS Seminar

21 novembre 2018, h. 12.30

Relatrice: Cinzia Meraviglia (Università degli Studi di Milano)
Discussant: Camilla Gaiaschi (Università degli Studi di Milano)

Aula Seminari SPS  (Stanza 215, II piano, lato Passione)
Dipartimento di Scienze sociali e politiche
Via Conservatorio 7, Milano

Abstract
La violenza su donne e bambine/i è diffusa in tutto il mondo e in tutte le culture, sebbene a livelli e con intensità certamente diversi. Solo recentemente le agenzie internazionali (Onu, Who, etc.) hanno iniziato a rilevare e rendere disponibili dati quantitativi su questo fenomeno, che però sono difficilmente comparabili tra paesi per via delle diverse definizioni concettuali e operative adottate. La stessa scarsità di dati non è neutra, poiché disporre di dati affidabili è il primo passo per conoscere l’estensione del fenomeno, e quindi per decidere se affrontarlo per eliminarlo o ridurlo.
In Italia i dati di fonte ufficiale sulla violenza sulle donne sono rilevati e diffusi da Istat (survey del 2006 e 2014), che diffonde anche i dati del Ministero dell’Interno. In particolare sul femminicidio, tuttavia, i dati sono aggregati, e consentono solo alcuni tipi di analisi a livello macro.
Il seminario presenta le analisi condotte sui dati ricavati dalla stampa per gli anni 2012-2017, e in particolare da due fonti che si sono incaricate di contare i femminicidi anno per anno. Disporre di microdati consente analisi puntuali delle relazioni tra variabili, che possono integrare i risultati delle analisi condotte a livello macro con informazioni utili a individuare le condizioni e i meccanismi mediante i quali la violenza sulle donne si esercita.

Seminario organizzato in collaborazione con il centro GENDERS


07 novembre 2018
Torna ad inizio pagina