Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

Erasmus  

immagine notiziaBenvenuti nella pagina ERASMUS+ del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche

Cos’è Erasmus+
Erasmus+ è il nuovo programma europeo a supporto di istruzione, formazione, gioventù e sport, che sostituisce ed integra LLP/Lifelong Learning Programme dal 2014 al 2020.
In particolare, il nuovo programma racchiude in sé il programma di apprendimento permanente LLP che resterà attivo fino a settembre 2014 (Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig), nonché Gioventù in Azione, Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e programmi di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati.
Il programma offre l’opportunità di vivere un’esperienza di studio all’estero (frequenza di corsi, sostenimento di esami, preparazione della tesi, attività di ricerca, di laboratorio e clinica), ottenendo il riconoscimento nella propria carriera accademica delle attività formative svolte. Erasmus+ prevede anche la mobilità per Placement, cioè la possibilità di svolgere un tirocinio formativo all’estero presso imprese o altre organizzazioni.

Le novità
Nell'ambito del nuovo programma Erasmus+ sono previste le seguenti novità per la mobilità per studio e placement:

  • possibilità di effettuare un'esperienza di mobilità all'estero per un totale di 12 mesi (tra mobilità per studio e placement) per ogni ciclo di studi (24 mesi per i corsi a ciclo unico)
  • apertura della mobilità per Placement anche agli studenti neo-laureati (entro 12 mesi dal conseguimento della laurea ), purché siano selezionati quando ancora iscritti a un corso di laurea Unimi.
  • apertura della mobilità anche verso Paesi extra-europei (a partire dall'a.a. 2015/2016)


MOBILITÀ PER STUDIO,
per maggiori informazioni cliccare qui

Informazioni generali
Il soggiorno all’estero, per ogni periodo di mobilità, deve avere una durata compresa tra un minimo di 3 e un massimo di 12 mesi.
Gli studenti in mobilità restano iscritti all’Università degli Studi di Milano alla quale continueranno a corrispondere le tasse e i contributi anche per l’anno accademico durante il quale si svolgerà il soggiorno all’estero; l’Università straniera ospitante non richiederà il pagamento di alcuna tassa o contributo (per frequenza, iscrizione ad esami, immatricolazione, utilizzo di laboratori e biblioteche) ad eccezione di un eventuale contributo per spese di segreteria (in alcuni paesi anche superiori a 300,00 Euro).
La mobilità degli studenti deve aver luogo verso Università di paesi diversi da quello di origine: sono attualmente più di 300 le Università con le quali l’Ateneo ha stretto rapporti di partenariato.
Per studiare all’estero nel quadro di Erasmus+ gli studenti devono partecipare ad un bando di concorso solitamente pubblicato tra fine gennaio e inizi febbraio e superare una selezione che prevede anche un colloquio.
Il bando generale d’Ateneo fornisce informazioni generali sulla partecipazione al programma, per i dettagli va fatto riferimento ai singoli bandi di corso di studio.

Chi può partecipare
Possono partecipare al programma Erasmus+ gli studenti dell’Università degli Studi di Milano iscritti ai corsi di laurea e corsi di laurea magistrale a ciclo unico (almeno al secondo anno), ai corsi di laurea magistrale, ai corsi di dottorato di ricerca, alle scuole di specializzazione e ai master.
Possono candidarsi ad Erasmus+ anche gli studenti che abbiano già svolto un periodo di mobilità nell'ambito di LLP/Erasmus (sia studio che placement), tenendo tuttavia presente che nel totale dei 12 mesi di mobilità possibili per ogni ciclo di studio (24 per i corsi a ciclo unico) previsti in Erasmus+, verranno conteggiati anche i mesi di mobilità svolti precedentemente.
Esempio: chi ha già svolto 6 mesi di mobilità con LLP/Erasmus (totale tra studio e placement), con Erasmus+ potrà candidarsi per solo altri 6 mesi nell'ambito dello stesso ciclo di studi.
Gli studenti beneficiari di una borsa Erasmus+ non possono ricevere contestualmente altre borse finanziate dall’Unione Europea, mentre conservano il diritto al pagamento integrale di eventuali borse di studio nazionali.

Il bando generale d’Ateneo
Nel bando generale d’Ateneo vengono riportate le disposizioni dell’U.E. in materia di mobilità studentesca nel quadro di Erasmus+ ; si trovano inoltre indicazioni su ammissibilità, modalità di presentazione delle domande, ammontare indicativo delle borse di studio (la reale entità della borsa viene comunicata dall’Agenzia Nazionale, di solito, nel successivo mese di luglio), nonché sui corsi di lingue straniere organizzati dall’Università di Milano.
Il bando d’Ateneo è consultabile, di norma, a partire da metà gennaio alla pagina

http://www.unimi.it/studenti/erasmus/79423.htm

I bandi di corso di studio
Nei bandi di corso di studio si forniscono informazioni dettagliate, per ogni Università straniera di accoglienza, su: attività formative (frequenza di corsi, lavoro di tesi, attività di ricerca, di laboratorio, clinica, ecc..), tipologia degli studenti accettati presso ciascuna sede (laureandi, specializzandi, dottorandi, iscritti ai corsi di laurea, ai corsi di laurea specialistica/magistrale o ai master), numero di borse disponibili, durata dei soggiorni, requisiti specifici richiesti ai candidati, modalità di iscrizione e procedure di selezione.
Nei bandi di corso di studio vengono inoltre date informazioni riguardo alle date degli incontri informativi organizzati dai docenti responsabili della mobilità.
I bandi di corso di studio vengono solitamente pubblicati tra la fine del mese di gennaio e l’inizio di febbraio e scadono dopo un mese.
Per informazioni sul bando del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche relativo agli studenti dei corsi SPO – CES – GLO – COM – LAV - LAM - MLS - APP, cliccare qui 

 

Torna ad inizio pagina